57th Grammy’s : tutte le nominations

57th Grammy’s : tutte le nominations

Sono state rilasciate le nominations della 57esima edizione dei Grammy Awards.

Ecco tutte le nominations per categoria

Record of the Year
“Fancy” Iggy Azalea ft. Charli XCX
“Chandelier” Sia
“Stay With Me (Darkchild Version)” Sam Smith
“Shake It Off” Taylor Swift
“All About That Bass” Meghan Trainor

Song of the Year
“Chandelier” Sia
“Stay With Me (Darkchild Version)” Sam Smith
“Shake It Off” Taylor Swift
“All About That Bass” Meghan Trainor
“Take Me to Church” Hozier

Best New Artist
Bastille
Iggy Azalea
Brandy Clark
Haim
Sam Smith

Best Country Album
Riser” Dierks Bentley
“The Outsiders” Eric Church
“12 Stories” Brandy Clark
“Platinum” Miranda Lambert
“The Way I’m Livin’” LeAnn Womack

Best Pop Vocal Album
“Ghost Stories” Coldplay
“Bangerz” Miley Cyrus
“My Everything” Ariana Grande
“Prism” Katy Perry
“x” Ed Sheeran
“In the Lonely Hour” Sam Smith

Best Urban Contemporary Album
“Sail Out” Jhene Aiko
“Beyoncé” Beyoncé
“X” Chris Brown
“Mali Is…” Mali Music
“Girl” Pharrell Williams

Best Pop Solo Performance
“All Of Me” John Legend
“Chandelier” Sia
“Stay With Me” Sam Smith
“Shake It Off” Taylor Swift
“Happy” Pharrell Williams

Best Rap Performance
“3005″ Childish Gambino
“O to 100/The Catch Up” Drake
“Rap God” Eminem
“i” Kendrick Lamar
“All I Need Is You” Lecrae

Best Rock Song
“Ain’t It Fun” Paramore
“Blue Moon” Beck
“Fever” The Black Keys
“Gimme Something Good” Ryan Adams
“Lazaretto” Jack White

Best Country Song
“American Kids” Kenny Chesney
“Automatic” Miranda Lambert
“Give Me Back My Hometown” Eric Church
“I’m Not Gonna Miss You” Glen Campbell
“Meanwhile Back at Mama’s” Tim McGraw ft. Faith Hill

Best Rock Album
“Ryan Adams” Ryan Adams
“Morning Phase” Beck
“Turn Blue” The Black Keys
“Hypnotic Eye” Tom Petty and the Heartbreakers
“Songs of Innocence” U2

Best Reggae Album
“Fly Rasta” Ziggy Marley
“Back on the Controls” Lee “Scratch” Perry
“Full Frequency” Sean Paul
“Out of Many, One Music” Shaggy
“The Reggae Power”  Sly & Robbie & SPICY CHOCOLATE
“Amid the Noise and the Haste” Soja

Best Alternative Music Album
“This is All Yours” Alt J
“Reflektor” Arcade Fire
“Melophobia” Cage the Elephant
“St. Vincent” St. Vincent
“Lazaretto” Jack White

Best Traditional Pop Album
“Cheek to Cheek” Tony Bennett & Lady Gaga
“Nostalgia” Annie Lennox
“Night Songs” Barry Manilow
“Sending You a Little Christmas” Johnny Mathis
“Partners” Barbra Streisand with Various Artists

Best Compilation Soundtrack for Visual Media
“American Hustle”
“Frozen”
“Get On Up:  The James Brown Story”
“Guardians of the Galaxy: Awesome Mix Vol. 1″
“The Wolf of Wall Street”

Best Americana Album
“The River & The Thread” Roseanne Cash
“Terms of My Surrender” John Hiatt
“BluesAmericana” Keb’ Mo’
“A Dotted Line” Nickel Creek
“Metamodern Sounds in Country Music” Sturgill Simpson

Annunci
Miley Cyrus: debutto artistico alla N.Y. Fashion Week e di nuovo in scena con il suo Bangerz Tour

Miley Cyrus: debutto artistico alla N.Y. Fashion Week e di nuovo in scena con il suo Bangerz Tour

Debutto “artistico” lo scorso 10 settembre per Miley Cyrus alla New York Fashion Week! In collaborazione con Jeremy Scott, designer di Moschino, Miley ha proposto una linea, ribattezzata Dirty Hippie, di quelle che potrebbero essere definite “sculture-gioiello”.

Un esempio dei "gioielli" creati da Miley

Un esempio dei “gioielli” creati da Miley

Da quando è tornata a casa dopo la leg europea del suo Bangerz Tour, come ben documentato sul suo profilo Instagram, Miley si era messa all’opera, creando accessori alquanto bizzarri, che si metteva in testa (stile madre di Rossana/Sana in Kodomo No Omocha), al collo e che regalava ai suoi amici e familiari. Gli accessori in questione sono finiti in passerella, durante la Fashion Week a New York, indossati dalle modelle che sfilavano appunto in capi firmati Jeremy Scott, nonchè esposti in una mostra.

Miley con una sua opera

                  Miley con una sua opera

Miley e Jeremy Scott insieme in passerella

Miley e Jeremy Scott insieme in passerella

La maggior parte del materiale usato da Miley per la creazione delle sue opere, le è stato regalato/lanciato sul palco dai suoi fans, durante le varie tappe del suo tour. Durante un’intervista, ha dichiarato a V Magazine “Sono stata in ospedale, è morto il mio cane e sono accadute tante altre cose. Così ho deciso di raccogliere degli oggetti e farne delle sculture. I miei amici e mio fratello dicevano che trasformavo le cose negative, in positive. Ho trasformato l’immondizia in cose che mi rendevano felice”.

Una Miley in continuo movimento ed evoluzione, totalmente allergica alla staticità!

Un paio di giorni fa, ha pure ripreso il suo Bangerz Tour per l’ultima leg, che la porterà in Sud America e in Australia fra Settembre ed Ottobre.

Notevoli cambiamenti sono stati apportati anche ai costumi e alle scenografie: niente più entrata dallo scivolo a forma di lingua, tolta anche la piattaforma dalla quale sovrastava il pubblico alla fine, durante Party in the USA, ridotta ad un grande sgabello. Tutto molto semplificato dunque, costumi a parte, (saranno opera sua anche questi. lol) quelli, anzi, sono decisamente stravaganti; tante parrucche, mega-culi di gomma da twerking, borse che ricordano quelle usate per andare in spiaggia, ma sempre fedele ai body sgambati!

Miley durante il concerto a Puerto Rico

Miley durante il concerto a Puerto Rico

Alcuni dei nuovi outfits del Bangerz Tour

                         Alcuni dei nuovi outfits del Bangerz Tour

Con Miley, insomma, non ci si annoia mai!!!

Miley Cyrus: tutto quello che NON è stato detto del suo #BangerzTourMilano

Miley Cyrus: tutto quello che NON è stato detto del suo #BangerzTourMilano

8.6.2014 una data che i fans italiani (Smilers) di Miley Cyrus hanno ben impressa nella mente; è infatti la data del unico concerto italiano della cantante. La scandalosa Miley, provocatrice che si diverte con un dildo durante una canzone,  che simula un rapporto orale e la masturbazione, body succinti, gesti volgari e l’immancabile lingua di fuori. C_4_articolo_2050004__ImageGallery__imageGalleryItem_5_image

Ecco, questo è quello che nella maggior parte dei casi si può leggere quando si parla di Miley, con allegate quelle foto di lei a gambe all’aria. E altrettanto scontati sono i commenti della gente a riguardo.

A quasi un mese dal concerto (sold out) di quella che ancora in molti definiscono “ex Hannah Montana” ho voluto raccontare quello che NON è stato mai detto su questo concerto italiano, dato che le cose di cui nessuno ha parlato, sono diverse.

Certo, la ragazza non è campionessa di finezza, è pure vero il fatto che si è presentata sopra ad una macchina a gambe all’aria, cosa che però è durata un nano secondo. Aggiungiamoci anche il “fuck” e derivati vari che metteva ogni 3 parole. Una set list da 22 canzoni; solo due le vecchie hit Can’t Be Tamed e Party In The USA, un set acustico in un altro piccolo palco di fronte al grande durante il quale ha proposto cover come Summertime Sadness e Jolene. Tanti cambi d’abito.

Ma di cosa nessuno ha mai parlato? (1) Iniziamo dall’entrata: epica! Il suo faccione che appare dal mega schermo, lo scivolo a forma di lingua che cala piano piano e poi, eccola, si affaccia e il pubblico esplode in un boato incredibile. Sul suo viso si dipinge un sorriso enorme, un’espressione divertita e anche un po’ sorpresa nel sentire quel casino incredibile. Lei è visibilmente sorpresa e a dimostrazione c’è il fatto che non si cala subito giù per lo scivolo; saluta, fa il gesto del “NON VI SENTO” e poi sviola giù, prende il microfono e continua a incitare il pubblico sempre più in delirio. A differenza degli altri concerti, non inizia subito a cantare, fa il giro del suo immenso palco e saluta il pubblico da tutti i lati, grida quel “Milan! So fucking fucking noooise!!” poi eccola che inizia intonando SMS (Bangerz). Il concerto è iniziato!

10408651_10154212329375082_3299729033520844858_n

Miley appare dalla sua bocca

(2) Miley è famosa per avere un ottimo rapporto con i fans, di fatti, sul palco le è stato lanciato di tutto: sigarette, coroncine da principessa (che si è allegramente portata a casa, facendo impazzire dalla gioia la ragazza che gliè l’aveva lanciata), la bandiera italiana che se l’è messa al collo, peluche, cartonati di Selena Gomez e poi la fortunatissima ed emozionatissima Claudia, riesce a lanciare una busta (4 pagine di lettera all’interno) durante il set acustico. Cosa fa Miley? La prende, non sa dove metterla mentre si esibisce, per questo se la infila nel body e poi se la porta via con se.

hteG7M4w

La lettera di Claudia

(3) Una Miley molto allegra, simpatica e interattiva; parla molto, dice che è felicissima di aver fatto il sold out, incita i ragazzi/e delle prime file a baciarsi durante “Adore You” dato che c’era una “kiss-cam” che girava e proiettava le immagini sul mega schermo, dedica la cover dei Beatles “Lucy in the sky with diamonds” al suo cane morto Floyd e a tutti coloro che hanno perso qualcuno di caro. Una Miley che si diverte e sa divertire ed emozionare il suo pubblico.

Miley durante "Adore You"

Miley durante “Adore You”

(4) Il Bangerz Tour è uno show colorato, divertente, con scenografie pazzesche: palloncini, piattaforme che si alzano e si abbassano in vari punti del palco, interlude-video che riescono a mantenere l’attenzione del pubblico anche quando sul palco non c’è nessuno, ballerine/i vestiti da pupazzi, una crew composta da trans dalle dimensioni sproporzionate e la famosa nana, una mega riproduzione del cane Floyd durante Cant’ Be Tamed, il suo “giretto” sopra le teste del pubblico a cavalcioni di un hot dog gigante e poi il gran finale, sulle note di Party In The USA con fuochi d’artificio e una lunga pioggia coriandoli e stelle filanti.

10363380_10154212514825082_1371756214730515825_n

Miley durante “Someone Else” sopra l’hot dog gigante

10436253_10154212628200082_2916637954627561245_n

Il gran finale di Party In The USA

 

 

 

 

 

 

 

In sostanza, è stato un concerto tanto scandaloso, pieno di provocazioni al limite del pornografico??! No! Certo, è vero che atteggiamenti provocanti ci sono stati, e io stessa non amo molto i suoi eccessi, però non c’è stato niente di così scandaloso, soprattutto perchè l’intero concerto va letto con chiave sostanzialmente ironica. Un’ironia di cui Miley è padrona, così come è padrona della capacità di saper coinvolgere ed emozionare i suoi fans grazie anche a notevoli doti canore e da performer. Di tutto questo i media non parlano, perchè oramai Miley è quella scandalosa che va sempre in giro mezza nuda. Io nel mio piccolo ho voluto raccontare l’altra faccia della medaglia.

Concludo riportando impressioni personali di alcuni fans presenti:

“8 giugno 2014? I sogni diventano realtà. Vederla scendere da quella lingua è stata un’emozione unica, ho visto com’è davvero Miley” – Valentina

“Non ho parole per descrivere quanto sia stato stupendo!” – Elisa

Come ultima cosa riporto le parole di mia sorella (alla quale ho regalato il biglietto per il suo 18esimo compleanno, fan di Miley dall’inizio) che fra le lacrime, durante il concerto mi ha detto: “Grazie per avermelo regalato! Grazie che mi ci hai portato e mi hai fatto realizzare questo sogno.” Le emozioni che Miley è riuscita a regalare in una sola notte e le lacrime di gioia di mia sorella e delle sue amiche credo che valgano più dei mille commenti e opinioni cattive che di continuo le vengono rivolti.