Il “VERO” Discorso del Re : tra film e realtà

Tutti conoscono Il Discorso del Re, film del 2010 di Tom Hooper, ispirato alla storia di Re Giorgio VI del Regno Unito, padre dell’attuale Regina Elisabetta II, dei suoi problemi di balbuzie e di come abbia superato questo grande ostacolo grazie all’aiuto del logopedista Lionel Logue (nel film interpretato da Geoffrey Rush). Il film nel 2011 fu vincitore di ben 4 premi Oscar per:

Miglior film a Iain Canning, Emile Sherman e Garet Unwin
Migliore regia a Tom Hooper
Miglior attore protagonista a Colin Firth
Migliore sceneggiatura originale a David Seidler

Di sicuro la scena più toccante e bella di tutto il film è quella finale, durante la quale il re (Colin Firth) pronuncia il FAMOSO DISCORSO, rivolgendosi al suo popolo a ridosso dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Una scena intensa, in cui si vede il re che viene guidato dal logopedista, con in sottofondo un’epica Sinfonia n 7  in LA maggiore, OP. 92 di  Beethoven.

Questo è quello che abbiamo visto al cinema. Qua sotto ecco il VERO discorso che fece Giorgio VI il 3 settembre del 1939.
Come visto nel film, da questo discorso si nota una certa incertezza nelle sue frasi,diverse pause, ma, come magnificamente interpretato da Colin Firth, si può notare la volontà di quest’uomo che, diventato re per sbaglio in uno dei momenti più difficile della storia del suo Paese e del mondo intero, ha dato tutto se stesso per compiere al meglio il ruolo che si era trovato a svolgere, riuscendo a superare anche i fantasmi del suo passato e soprattutto a sconfiggere un disturbo che per l’epoca, e soprattutto per un re erano fonte di vergogna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...